Il principio di uguaglianza poggia le proprie basi sul riconoscimento e sulla valorizzazione delle diversità. Pertanto a tutti devono essere garantiti gli stessi diritti perché l’essere diversi rappresenta una ricchezza.

In quest’ottica, il soggetto disabile, in quanto PERSONA, ha il diritto di essere accompagnato nel realizzare un progetto di vita, tenendo in considerazione l’età, le condizioni della persona e i contesti familiare, sociale ed economico.

L’approccio di intervento deve discostarsi da un’ottica prettamente medicalizzante, dove la salute si va a configurare con tutto ciò che si può riparare: dovrà, invece, considerare e valorizzare tutto ciò che la persona disabile possiede. Seguendo tale prospettiva, dunque, si cerca di potenziare al massimo le capacità residue di ciascun soggetto, favorendone la promozione e l’inclusione all’interno della stessa società.

 

Clicca qui per scaricare e leggere il nostro Statuto.